La festa dell’Uva di Cupramontana: la sagra più antica delle Marche

04 ottobre 2018 - 07 ottobre 2018 - Cupramontana

Nell'aria si sente già profumo di autunno e nelle Marche torna la Sagra dell’Uva di Cupramontana! Il periodo della vendemmia è uno dei migliori per visitareborghi della campagna marchigiana e scoprire la manifestazione più longeva delle Marche, che quest’anno compie ben 81 anni!
 
Il Verdicchio, uno dei vini marchigiani più amati in tutto il mondo, sarà l’indiscusso protagonista della Sagra dell’Uva di Cupramontana, che si terrà dal 4 al 7 ottobre in questo affascinante borgo in provincia di Ancona
 
Quest’anno, la tradizionale festa della Capitale del Verdicchio prevede un programma ricco di iniziative: Cupramontana sarà invasa da spettacoli musicali e folkloristici, stand enogastronomici e carri allegorici. Non perdetevi l'appuntamento con la buona musica! La manifestazione ospiterà tre grandi nomi della musica italiana con i concerti di Edoardo Bennato (venerdì 5 ottobre), Piero Pelù (sabato 6 ottobre) e Luca Barbarossa (domenica 7 ottobre).
 
A Cupramontana troverete un piccolo angolo di mondo antico che profuma di verdicchio, di tradizioni e di bellezza
 
E quali sono le 3 cose assolutamente da fare alla Sagra? Vi lascio alcuni consigli: 
 

 

1)  Lasciatevi sedurre dal fascino del Verdicchio
 

In questa festa è lui il protagonista, grande vino bianco longevo, sbalorditivo, capace di migliorare nel tempo.
Vitigno a bacca bianca tra i più importanti d’Italia, il Verdicchio si distingue per sapidità, persistenza aromatica e olfattivaversatilità.
Il suo profumo è capace di narrare l’essenza della sua terra, accarezzata sia dall’aria fresca delle montagne che dai venti salmastri dell’Adriatico.
 
Per trovare l’equilibrio dei sensi, potete trovare il vostro buon bicchiere di verdicchio in modo più informale tra gli stands gastronomici dell’evento oppure all’interno di percorsi degustativi più elaborati presso i laboratori “Il Grande Verdicchio” nei Musei in Grotta.



 
 

2) Non perdete la sfilata dei carri allegorici
 

La domenica pomeriggio offre ai visitatori un spettacolo imperdibile: la sfilata dei carri allegorici. Questi carri sono ideati e costruiti da gruppi di giovani cuprensi, che partecipano con orgoglio ed entusiasmo. I carri presentano in modo creativo temi della tradizione locale, declinati con percorsi dell’attualità politica, sociale e storica. Il risultato? Un cocktail di fantasia, ironia e bellezza. Tutto a colpi di verdicchio e buona compagnia!  
 

  Photo Credits Marika Bonci


3) Lasciatevi trascinare dalle tradizioni marchigiane
 

Com’è bello poter chiudere gli occhi e farsi trasportare da un passato pieno di tradizioni.
In una delle feste più suggestive delle Marche, potrai assistere alla gara della pigiatura dell’uva, che rievoca tempi passati e risveglia una sana e divertente rivalità. Non dimenticate di tifare per la squadra più simpatica
E non finisce qui! Tamburello, organetto, una danza di corteggiamento ritmata e molto divertente che racconta vicende della vita popolare. Avete mai ballato il Saltarello, magari in qualche festa di paese durante le vacanze? Se non lo avete ancora fatto, c’è tempo per rimediare. Senza paura di giudizi, impara qualche passo del ballo popolare marchigiano che è capace di stregare tutti con la sua allegria e vivacità
 


 Photo Credits Marika Bonci

A bottiglia vuota, andiamo verso l’epilogo. 
Non ci resta che augurarvi buona sagra dell’uva… e buona degustazione!

#sagradelluva81
 




www.sagradelluva.com

Photo Credits (fotogallery) Marika Bonci, Vincenzo Mollareti e Paolo Ceci

Sagra dell’Uva di Cupramontana 2018: nella gallery troverete il programma completo della manifestazione.

 


Condividi questo articolo con i tuoi amici